www.strumentazioneelettronica.it

resultsUrl="https://www.strumentazioneelettronica.it/risultati-ricerca/"

1002_Asita_pinza_amperometricaLo strumento Hioki 3220 si differenzia rispetto alle pinze amperometriche tradizionali per la particolare forma e soprattutto per la possibilità di eseguire le misure con lo strumento indicatore distante, fino a due metri, dal sensore amperometrico.

Il modello 3290, abbinato ad uno dei tre sensori amperometrici disponibili,  misura corrente continua, alternata in vero valore efficace (RMS) e corrente continua con componente alternata sovrapposta, forma questa che si incontra in uscita a raddrizzatori ad una semionda o doppia semionda.

La possibilità di allontanare la pinza amperometrica dal visore dello strumento permette per esempio si misurare la corrente assorbita da un veicolo elettrico durante la marcia. In tal caso, il sensore può essere collegato nel vano motore mentre l’operatore mantiene sotto controllo la corrente assorbita stando con lo strumento all’interno dell’abitacolo.

I tre sensori a pinza disponibili si differenziano per dimensioni e portata di misura: 100 A per il modello 9691, 200 A per il modello 969 e 2000 A per il modello 9693.

L’utilizzo di sensori amperometrici intercambiabili, caratterizzati da un’ampia banda passante, dalla continua fino a 20 kHz (9692), assicura misure accurate da bassi valori (primo fondo scala utile 20 A) fino a correnti elevate di 2000 A.

Il sistema di misura modello 3290 e relativo sensore a pinza trovano largo impiego per applicazioni in campo ed in laboratorio, dalla misura di corrente generata da batterie di accumulatori all’analisi della corrente distorta a bassa frequenza (1 Hz) generata da sistemi di controllo a inverter.

Le due uscite analogiche programmabili e utilizzabili simultaneamente sono utili per registrare l’andamento del valore RMS, per l’analisi della forma d’onda e per separare la componente continua dall’alternata di un segnale con componenti in continua e alternata,

Tra le funzioni integrate nello strumento vi sono anche la misura della frequenza fino a 1000 Hz, l’attivazione di un filtro passa basso per la misura della sola componente fondamentale del segnale da un inverter o per depurare la misura dall’effetto di armoniche a frequenza elevata.

Sono inoltre previste le funzioni di: registrazione del valore massimo, minimo e medio, registrazione del valore di picco di una corrente pulsante, memorizzazione delle impostazioni per richiamarle velocemente sullo strumento con la semplice pressione di un tasto, programmazione della velocità di aggiornamento del dato visualizzato sul display e del tempo di risposta per poter apprezzare, nella modalità SLOW, segnali a bassa frequenza 1 Hz.

Infine, è stata prevista la possibilità di commutare dalla modalità di misura in valore medio (MEAN) alla elaborazione in vero valore efficace (RMS) per verificare rapidamente la presenza di disturbi.

La visualizzazione dei risultati avviene sul grande display LCD con barra grafica a zero centrale e, della funzione di riconoscimento automatico della portata del sensore collegato allo strumento.

Fiere e Seminari

Logo FocusonPCB

FocusonPCB - Vicenza, 15-16 maggio 2024

Torna a Vicenza il 15 e 16 maggio 2024 Focus on PCB, la terza edizione della fiera dedicata all'intera filiera dei circuiti stampati. Nata dalla volontà del Gruppo PCB Assodel…