www.strumentazioneelettronica.it

resultsUrl="https://www.strumentazioneelettronica.it/risultati-ricerca/"

Simulatore di rete per test dei terminali mobiliNel mondo reale, a chi ha un abbonamento di telefonia mobile non importa affatto del complesso mix di fattori alla base delle performance del proprio telefonino. Generalmente, quando all’utente si interrompe la comunicazione, o la velocità di download diviene molto bassa, o ancora la qualità della conversazione è scadente, si tende a dare la colpa all’operatore di rete.

La vera causa delle scarse prestazioni potrebbe però essere quello stesso telefonino, o la rete di backhaul – fattori, questi, tutti fuori dal diretto controllo dell’operatore. Per i clienti, questo però è irrilevante: pagano per un servizio di rete mobile e, se non lo ottengono, il service provider deve essere necessariamente responsabile.

Reti a 100 Gbit/sLa crescente dipedenza della nostra società da servizi multimediali a banda larga sta mettendo sotto pressione le attuali infrastrutture di telecomunicazioni.

Lo standard IEEE 802.3ba, ratificato a metà 2010, definisce i protocolli di trasmissione dati attraverso reti Ethernet 100G e descrive l'architettura IP che viene utilizzata. Sebbene grazie a questa architettura sarà possibile raggiungere una migliore efficienza operativa e arricchire la flessibilità e la gamma di funzionalità della rete, gli operatori dovranno anche affrontare una serie di sfide tecnologiche.

Laboratori Alcatel_Lucent di VimercateAbbiamo visitato uno dei luoghi a maggiore densità di strumentazione elettronica presenti in Italia, i laboratori di ricerca e sviluppo di Alcatel-Lucent della sede di Vimercate.

Ecco cosa abbiamo trovato tra le eccellenze del "designed in Italy".

E' questo il "tormentone" che dovranno sentirsi ripetere gli installatori di fibra ottica allorchè la normativa TIA/IEC-61300-3-35 sarà nei prossimi mesi definitivamente approvata e pubblicata.

La normativa prevede dei test specifici per verificare la pulizia dei connettori nei patch panel e nelle bretelle ottiche affinchè la sporcizia, polvere o grasso che si depositano durante la normale vita dei connettori non superi determinate dimensioni nelle varie zone: core, cladding, resina adesiva, ferula.

Recentemente sono state approvate le norme tecniche relative ai cablaggi strutturati con cavi in rame definiti dai categoria 6A (Category 6 Augmented), particolarmente indicati per supportare i collegamenti Ethernet a 10 Gbps su tratte fino a 100 m.

Fiere e Seminari