www.strumentazioneelettronica.it

resultsUrl="https://www.strumentazioneelettronica.it/risultati-ricerca/"

Moduli dToF di amsOSRAM ams Osram ha ampliato la sua offerta di moduli per la misura della distanza col metodo dToF (direct Time of Flight) con tre nuovi dispositivi ottici integrati capaci di rilevare più oggetti in diverse zone su un ampio campo visivo.

I sensori dToF sono una tecnologia critica utilizzata una sempre più ampia gamma di applicazioni nel settore dell'automazione industriale e della robotica di servizio, dove serve rilevare con grande accuratezza la presenza di oggetti fissi o in movimento per garantire la sicurezza di persone e cose.

I nuovo moduli dToF multi zona TMF8820, TMF8821 e TMF8828 di ams Osram suddividono la loro area utile di rilevamento in più zone per raccogliere più informazioni e di migliore qualità sull'ambiente circostante.

Schema a blocchi sensori amsOstram TMF882X

Di conseguenza, i robot possono avere una maggiore 'consapevolezza' di ciò che li circonda e della presenza e distanza di potenziali ostacoli. Inoltre, grazie alla piccolissime dimensioni dei nuovi sensori, progettisti e integratori possono realizzare soluzioni più compatte e innovative.

I robot vengono oggi sempre più utilizzati in applicazioni come l'automazione dei magazzini, ma anche nelle abitazioni, dove condividono spazi con persone e altri oggetti fissi o in movimento, per cui devono essere equipaggiati con sensori capaci di misurare accuratamente la distanza dai potenziali ostacoli per garantire la massima sicurezza.

Rilevamento con metodo ToFL'accuratezza e la capacità di rilevamento multizona di questi sensori permettono di ottenere una migliore conoscenza dell'ambiente circostante affinché il sistema di controllo di un robot mobile possa prendere le decisioni più appropriate di movimento.

Il sensore dToF TMF8820 dToF suddivide il campo visivo in 3x3 oppure 9 singole zone di rilevamento, il sensore TMF8821 in 4x4 o 16 singole zone di rilevamento, mentre il sensore TMF8828 in 8x8 o 64 singole zone di rilevamento.

Grazie al rilevamento multizona, è possibile identificare dove si trova un oggetto all'interno del campo visivo del sensore, che può essere regolato dinamicamente fino a 63°.

Tutti e tre i moduli dToF hanno una capacità di rilevamento su una distanza compresa tra un centimetro e cinque metri. All'interno del modulo sensore vi è un laser a cavità verticale (VCSEL) operante nella bande dei 940 nm e una schiera di fotodiodi rilevatori (SPAD) abbinata a un'opportuna struttura ottica abbinata a un microcontrollore di elaborazione dei segnali.

Grazie alle loro dimensioni estremamente ridotte, pari a 2,0 mm x 4,6 mm x 1,4 mm, questi moduli dToF multizona sono tra i più piccoli sul mercato.