www.strumentazioneelettronica.it

resultsUrl="https://www.strumentazioneelettronica.it/risultati-ricerca/"

Progettazione grafica di sistemi con LabVIEWCosa accomuna un robot umanoide, un simulatore di terremoti, un ponte radio a microonde con modulazione 1024-Qam, un tester automatico per semiconduttori e un misuratore di scariche parziali?

Facile. Il palco di NIDays, al centro del quale le più disparate applicazioni trovano i loro 5 minuti di gloria scatenando l’ammirazione del pubblico di clienti e affezionati utilizzatori delle tecnologie di National Instruments.

li che ricoprono iCub, il robot umanoide sviluppato dall'Istituto Italiano di TecnologiaÈ successo anche quest’anno in occasione dell’evento svoltosi a Milano che, come sempre, non è solamente un occasione celebrativa, bensì un momento di approfondimento, di studio e, perché no, di immaginazione, per sognare ad occhi aperti il futuro che ci aspetta.

Gli eventi di National Instruments hanno il pregio di incoraggiare ad inventare, di non aver timore di percorrere strade nuove, qualunque sia il proprio settore applicativo e il proprio livello di competenza tecnica.

Dopotutto, la ricerca di strade nuove che facilitano la soluzione di un problema ingegneristico è il punto di forza storico e attuale di questa azienda. Un’azienda che – non è facile rendersene conto- compie 40 anni e sembra animata da uno spirito da start-up.

LabVIEW 1.0 - Anno 1986Ce lo ho ricordato a NIDays proprio il suo cofondatore e attuale amministratore delegato, James Truchard, che 30 anni fa scommise tutto su LabVIEW (a quei tempo solo per Macintosh!), il rivoluzionario software di progettazione grafica inventato da Jeff Kodosky.

Ancora oggi LabVIEW è un linguaggio di programmazione inimitato (e inimitabile?), che è capace di trasformare ogni programmatore in un inventore appassionato, ed ogni inventore in un programmatore appassionato.

LabVIEW si è trasformato precocemente da linguaggio di programmazione grafica e linguaggio di progettazione grafica. Questa è la magia di LabVIEW: abbattere le barriere tra inventiva ingegneristica e realizzazione rapida di un prototipo.

Certamente ieri come oggi National Instruments non è solo LabVIEW, ma un’azienda che ha fatto del software il cuore pulsante del suo hardware, nel segno della programmabilità e delle modularità, in principio applicata al mondo della strumentazione elettronica di misura e collaudo, per estendersi al mondo dell’automazione industriale e dell’elettronica embedded.

I tre elementi della strumentazione definita dal software - Anno 1988L’idea originaria di strumentazione modulare proposta da James Truchard fin dagli anni ’80 è straordinariamente d’attualità. Il 'software è lo strumento' non è solo uno slogan, bensì la visione originaria che si è tramutata in realtà e che vale oggi per tutti i costruttori di strumenti elettronici di misura.

Oggi gli stessi concetti li troviamo declinati nei motti moderni, come ‘smart edge device’, l’approccio di National Instruments alle nuove sfide delle tecnologia elettronica, che vede davanti a se ancora enormi opportunità da cogliere, nel segno dell’inventiva e dell’hardware riprogrammabile sul campo.

Smart Edge Device - Anno 2016

Riprogrammabile sì, ma alla portata di tutti. Grazie alla lingua franca costituita dal linguaggio di progettazione grafica LabVIEW, what else?

Fiere e Seminari

Nuovi Prodotti