www.strumentazioneelettronica.it

resultsUrl="https://www.strumentazioneelettronica.it/risultati-ricerca/"

E’ possibile che il settore della strumentazione elettronica professionale venga rivoluzionato dalla diffusione di software open source?

Può sembrare una domanda bizzarra, che certo al momento non toglie il sonno ai dirigenti delle principali case costruttrici di strumentazione elettronica.

 

Quanti di loro però avrebbero scommesso quindici anni fa che oggi la grande maggioranza dei server web (dal più visitato sito del mondo a quello che vi permette di leggere questo testo) funzionano in tutto o in parte grazie al software open source?

strumentazione open source

A ben pensarci, gli strumenti di misura moderni di ultima generazione dal punto di vista dell’hardware tendono ad avere tutti un’architettura simile: stadio di ingesso, digitalizzatore, DSP, processore video, processore matematico. Ciò che li distingue veramente tra loro è il software, una tendenza irreversibile che non credo muterà nei prossimi anni.

PUBBLICITÀ

Allora il dubbio sorge: e se un numero sufficiente di persone si impegnasse veramente nello sviluppo di pacchetti dedicati alle applicazioni di strumentazione?
E’ ipotizzabile che si crei per il mondo della strumentazione elettronica quell’ecosistema collaborativo che in altri settori informatici ha portato le soluzioni open source a dominare il mercato (sistema operativo Linux, web server Apache, database mySQL, etc.) e a rivoluzionare il modello di business delle aziende che vi operano?

Se ciò davvero si verificasse, allora il ruolo delle aziende di strumentazione dovrebbe necessariamente cambiare. Alcuni potrebbero scegliere di restare dei meri fornitori di piattaforme hardware, altre reinventarsi un nuovo ruolo, certamente qualcuno rischierebbe di sparire.

 

Per realizzare un buono strumento di misura il prerequisito è disporre di circuiti elettronici di trattamento del segnale e digitalizzazione comunque di ottimo livello, specialità nella quale i costruttori di strumentazione certamente eccellono.

Resta da vedere se ciò basterà per affrontare una sfida potenzialmente molto pericolosa dal punto di vista del business, ma che potrebbe invece creare nuove opportunità a chi saprà leggerla per tempo e inventarsi soluzioni e metodi profittevoli compatibili con un mondo che cambia.

Al momento per la verità non è che si trovino molte soluzioni open source per la strumentazione elettronica, con la parziale eccezione di alcuni moduli applicativi sviluppati per l’ambiente LabView, il quale però rimane per ora saldamente privato e il cui destino è esclusivamente nelle mani di National Instruments.

 

Però, spesso le innovazioni più dirompenti nascono dal basso, magari in qualche garage o oscura aula di studio universitaria, per poi trasformarsi in un fiume di idee inarrestabile capace di attrarre numerosi talenti.

 

Voi cosa ne pensate?