www.strumentazioneelettronica.it

resultsUrl="https://www.strumentazioneelettronica.it/risultati-ricerca/"

L’idea fondamentale della tecnica di modulazione e multiplazione OFDM (Orthogonal Frequency Division Multiplex) consiste nello scomporre il flusso dei dati da trasmettere (R bit/s) in N flussi più lenti che si trasmettono in parallelo mediante un insieme di portanti tali da non avere interferenza mutua tra i flussi in ricezione, grazie alla proprietà di ortogonalità tra le portanti.

La modalità di trasmissione su più sottoportanti, anziché su un’unica portante, si presta molto bene nelle applicazioni in cui vi siano canali di trasmissione molto distorcenti. In questo caso se, si trasmettesse l’intero flusso R su un’unica portante occupando una banda B, si avrebbe una forte interferenza intersimbolica e, quindi, la necessità di impiegare in ricezione di una complessa equalizzazione del canale. Trasmettendo invece N flussi ciascuno a velocità R/N in N sottobande di larghezza pari a B/N, in prima approssimazione la funzione di trasferimento di canale per ciascuna sottobanda può essere considerata in pratica non piatta e non distorcente e, quindi, la funzione di equalizzazione in ricezione non risulta necessaria o viene comunque molto semplificata.

Modulazione OFDM

Un aspetto essenziale che rende spesso vantaggioso questo tipo di trasmissione è che può essere realizzato con grande efficienza ricorrendo a tecniche di elaborazione numerica (la trasformata di Fourier veloce FFT e la sua trasformata inversa), che consentono notevoli riduzioni di complessità.

Le modulazioni del tipo OFDM sono alla base di molte applicazioni wireless, tra cui la diffusione del segnale televisivo digitale terrestre (DVB-T), la diffusione del segnale televisivo sui telefonini (DVB-H), la diffusione della radio digitale (DAB) e dei sistemi di accesso radio a banda larga (WiMAX). Tra i vari schemi proposti per le applicazioni UWB a banda ultralarga, il consenso tecnico commerciale sta privilegiando nuovamente l’adozione di schemi di modulazione MB-OFDM (Multi-Band OFDM), come previsto dagli standard WiMedia, associati in questo caso anche alle tecniche di salto di frequenza veloce (frequency hopping) tra canali larghi 528 MHz.

Fiere e Seminari