resultsUrl="https://www.strumentazioneelettronica.it/risultati-ricerca/"

Copyright: Spacecraft: ESA/ATG medialab; Jupiter: NASA/ESA/J. Nichols (University of Leicester); Ganymede: NASA/JPL; Io: NASA/JPL/University of Arizona; Callisto and Europa: NASA/JPL/DLRKeysight Technologies ha comunicato che un suo analizzatore RF portatile FieldFox è stato utilizzato nella valutazione dell'impedenza d'antenna del radar per l'esplorazione delle lune ghiacciate di Giove (RIME), un componente chiave utilizzato in uno dei dieci payload scientifici della navicella spaziale Jupiter Icy Moons Explorer (JUICE) dell'Agenzia Spaziale Europea, il cui lancio è previsto nel 2022 per raggiungere la destinazione finale dopo 7 anni di viaggio.

Gli ingegneri del progetto RIME hanno eseguito i test di corrispondenza di fase e di puntamento sull'antenna RIME a Heiligenberg, in Germania, nel settembre 2017. Hanno anche valutato due antenne radar, una in alluminio e l'altra in polimero rinforzato con fibra di carbonio (CFRP), che verranno utilizzate sulla sonda.

Antenna di prova sollevata dall'elicotteroLe antenne sono state alloggiate in involucro di dimensioni equivalenti a quelle del satellite e sollevato a 300 metri d’altezza da un elicottero per garantire un basso accoppiamento al suolo alle radio frequenze.

L'analizzatore palmare FieldFox di Keysight è stato utilizzato in modalità remota per misurare le caratteristiche dei parametri S dell'antenna in volo con una rotazione di oltre 180 gradi e con il prototipo del veicolo spaziale manovrato dall'elicottero. I dati del test sono stati recuperati da una stazione base a terra tramite un collegamento wireless.

"Siamo lieti di essere stati scelti come fornitore di soluzioni di test per la valutazione dell'antenna RIME", ha dichiarato Greg Peters, vicepresidente e direttore generale, Aerospace, Defense, Government Solutions Group di Keysight Technologies. "la possibilità di misurare le caratteristiche di accoppiamento dell’antenna radar in condizioni realistiche permette agli ingegneri dell'ESA e di Airbus di correlare i risultati delle simulazioni con dati di test effettivi."

"Il test è stato un passo fondamentale verso la comprensione del comportamento dell'antenna reale, che alla fine ci permetterà di eseguire misurazioni molto accurate degli echi radar riflessi dal sottosuolo profondo delle lune ghiacciate gioviane", ha dichiarato il principal investigator, Lorenzo Bruzzone, dell'Università di Trento.

Categoria: Accordi

Newsletter Settimanali

iscriviti-gratis

Seguici su:

Segui Strumentazione su Google Plus Segui Strumentazione su FacebookSegui Strumentazione su TwitterSegui Strumentazione su LinkedInicona-posta_48Ricevi il feed dei Nuovi Prodotti

L'esperto risponde

Hai un dubbio su come effettuare una misura o su come utilizzare un strumento?
Chiedi a un esperto del settore!
Risponderà alla tua domanda che sarà pubblicata nella sezione FAQ.

Rimani aggiornato

email Iscriviti alle nostre newsletter per rimanere aggiornato sulle novità



Strumentazione Elettronica su Facebook