www.strumentazioneelettronica.it

resultsUrl="https://www.strumentazioneelettronica.it/risultati-ricerca/"

Analizzatore di spettro e segnali R&S FSV3030Rohde & Schwarz ha presentato due nuove famiglie di analizzatori di spettro e segnali comprendenti diversi modelli che coprono lo spettro di frequenze fino a 44 GHz.

Si tratta di modelli pensati per affrontare le nuove problematiche di misura che emergono ad esempio nelle attività di ricerca e sviluppo e nel collaudo in produzione di dispositivi e sistemi per le reti cellulari 5G NR, caratterizzate dall'utilizzo da segnali in nuove bande di frequenza e con larghezze di banda decisamente superiori a quelle comunemente utilizzate in passato.

L'analizzatore di spettro e segnali R&S FSV3000 è stato progettato per semplificare e velocizzare al massimo l'esecuzione delle misure più complesse ed è uno strumento che ben si adatta all'utilizzo in laboratorio e in linea di produzione.

Analisi su segnali 5G NRCapace di analizzare segnali con una larghezza di banda fino a 200 MHz, ad esempio permette di catturare e misurare simultaneamente due portanti 5G NR simultaneamente.

L'analizzatore di spettro e segnali R&S FSVA3000, con la sua banda di analisi che arriva sino a 400 MHz, la sua elevata gamma dinamica e il suo eccellente rumore di fase di –120 dBc/Hz, offre un livello di prestazioni che fino a poco tempo fa poteva essere raggiunto solamente con strumenti di misura di fascia ben più alta.

PUBBLICITÀ

Lo strumento permette ad esempio di affrontare misure decisamente complesse, come quelle richieste dalla linearizzazione degli amplificatori di potenza, la cattura di eventi estremamente brevi e la caratterizzazione di segnali agili in frequenza.

Entrambi gli analizzatori R&S FSV3000 e R&S FSVA3000 sono in grado di misurare valori di EVM migliori dell'1% per un segnale largo 100 MHz nella banda dei 28 GHz.

Misure automatiche e interfaccia utente innovativa

Gli analizzatori di spettro R&S FSV3000 e R&S FSVA3000 semplificano notevolmente le attività di debug e ricerca guasti facilitando l'identificazione di eventi rari e la configurazione di misure complesse. Grazie alla loro interfaccia grafica basata sugli eventi, permettono di salvare facilmente una schermata o la sequenza dei corrispondenti campioni dei segnali I/Q al verificarsi dell'evento programmato.

Anche le funzioni di misura automatiche velocizzano notevolmente l'utilizzo quotidiano dello strumento. Ad esempio, con la pressione d un solo tasto i parametri come la frequenza centrale, l'intervallo di spam e l'ampiezza di riferimento vengono automaticamente impostati in base alle caratteristiche rilevate del segnale d'ingresso.

In caso di segnali impulsivi, lo stesso avviene per l'impostazione del gate temporale, così come per le misure di parametri come ACLR o SER, dove in modo automatico vengono applicate le procedure previste dai corrispondenti standard.

Fiere e Seminari