www.strumentazioneelettronica.it

resultsUrl="https://www.strumentazioneelettronica.it/risultati-ricerca/"

Analizzatore di spettro e segnali R&S FSVA3000Per poter analizzare a i segnali a banda larga come quelli delle reti 5G NR e di altri standard wireless di ultima generazione, un'ampia larghezza di banda di analisi è uno dei requisiti indispensabili della strumentazione di misura utilizzata.

L'analizzatore di spettro e segnali R&S FSVA3000 di Rohde & Schwarz è stato recentemente potenziato con una nuova opzione hardware che estende la larghezza di banda di analisi fino a 1 GHz.

Analisi segnali 5G NRI produttori dei sistemi e componenti per le comunicazioni cellulari e wireless di ultima generazione possono così accedere a una soluzione adatta all'analisi dei segnali a banda larga che in passato era affrontabile solamente ricorrendo a strumenti di fascia alta ben più costosi.

La nuova opzione hardware R&S FSV3-B1000 per l'analizzatore di spettro e segnali si può installare in tutti i modelli dell'analizzatore di spettro e segnali R&S FSVA3000, che sono disponibili nelle versioni con con frequenza di lavoro massima da 7,5 GHz a 44 GHz.

L'analizzatore R&S FSVA3000 equipaggiato con l'opzione per l'estensione della larghezza di banda di analisi R&S FSV3-B1000 può pertanto essere utilizzato, ad esempio, per le verifiche su stazioni base, telefoni e componenti 5G NR che lavorano nelle nuove bande a onde millimetriche a 28 GHz e 39 GHz, sfruttando tutte le funzionalità di analisi messe a disposizione da Rohde & Schwarz per questa tipologia di applicazioni.

L'analizzatore R&S FSVA3000 si presta all'analisi dei segnali 5G NR con diverse componenti portanti aggregate, così come per le misure con le maschere di emissione dello spettro (SEM) e di potenza nei canali adiacenti (ACLR) in presenza di canali a larga banda, anche nella modalità di analisi sulle componenti I e Q del segnale modulato.

Ad esempio, le eccellenti prestazioni RF dell'analizzatore R&S FSVA3000 permettono di catturare un segnale a banda larga da 200 MHz e di misurarne gli effetti della distorsione fino alla quinta armonica.

Inoltre, risulta possibile fronti di salita e discesa molto rapidi (fino a soli 1 ns) per rilevare segnali impulsivi di brevissima durata, una caratteristica che può essere molto utile nella verifica del comportamento dei sistemi radar o delle radio tattiche per applicazioni militari.