www.strumentazioneelettronica.it

resultsUrl="https://www.strumentazioneelettronica.it/risultati-ricerca/"

Ricevitore EMI Keysight PXELe nuove applicazioni favorite dallo sviluppo delle reti cellulari 5G e dell'evoluzione tecnologica in ambito automobilistico spingono all'utilizzo di frequenze radio ancora più elevate per riuscire a trasmettere una maggiore quantità di dati a velocità sempre più alte.

L'utilizzo di bande di frequenza più elevate costringe a rivedere i requisiti sulla compatibilità elettromagnetica (EMC), andando a verificare le emissioni emesse dai dispositivi su bande molto più alte che in passato, per la misura delle quali è necessario ricorrere a strumenti di misura adeguati.

Per rispondere a tale esigenza di mercato, Keysight Technologies ha recentemente esteso la banda di frequenze del suo ricevitore di misura EMI N9048B PXE da 26,5 a 44 GHz, dando la possibilità di effettuare tutte le prove di conformità più recenti definite dai regolamenti sulla compatibilità elettromagnetica.

“Grazie alle sue eccellenti prestazioni e alla disponibilità di software applicativo dedicato alle prove EMC, il ricevitore di misura PXE da 44 GHz di Keysight permette ai laboratori di certificazione di gestire tutte le prove sui nuovi prodotti che devono rispettare i vincoli di emissione secondo le norme CISPR 16-1-1:2019 e MIL-STD-461G (2015),” afferma Joe Rickert, vice president e general manager responsabile delle attività ricerca e sviluppo sulle misure ad alta frequenza di Keysight.

Lo strumento PXE di Keysight è un ricevitore di misura EMI con funzionalità complete di analisi del segnale che facilitano le misure sullo spettro dei segnali emessi da un qualsiasi dispositivo elettronico ed elettrico nella banda di frequenza compresa tra 2 Hz e 44 GHz.

Tra le caratteristiche distintivo del ricevitore EMI PXE di Keysight, si segnalano:

  • Prestazioni di sensibilità che consentono di rilevare anche i più piccoli segnali emessi, di intensità appena superiore al rumore di fondo
  • Totale rispetto degli standard CISPR 16-1-1:2019 e MIL-STD-461G (2015), per garantire che il dispositivo in prova sia conforme alle normative nazionali e regionali di ogni parte del mondo
  • Tecnica di misura con scansione nel dominio del tempo (TDS) per velocizzare notevolmente le prove sui segnali irradiati nel rispetto delle normative
  • Visibilità completa sul segnale con scansioni e acquisizioni ininterrotte in tempo reale (RTS) fino a una larghezza di banda di analisi di 350 MHz con visualizzazione simultanea nel dominio del tempo, delle frequenza e a spettrogramma, con tre tipologie di rilevatori EMC per comprendere appieno le cause delle interferenze.

Fiere e Seminari